mercoledì 30 luglio 2014

Viaggi, progetti e cambiamenti: il viaggio siamo noi

mercoledì, luglio 30, 2014 0
Sono giorni di cambiamento, di spostamenti e di grandi novità

Il viaggio siamo noi - foto di Elisa Chisana Hoshi
 Il viaggio siamo noi - foto di Elisa Chisana Hoshi

Per il momento, mi sto muovendo tra Parigi, Malta, Roma e Torino - e meno male che ci sono i voli expedia! - per star dietro a mille diversi progetti, e anche perché in tutto questo è spuntato un bel grattacapo: sono allergica a qualcosa, per la prima volta in vita mia, e devo capire a che cosa. Non dico in senso figurato, dico proprio davvero, ho una terribile allergia e devo capire quale ne sia la causa. Dormo poco e mi ritrovo con un raffreddore perenne, come uno di quei detective nei fumetti Pulp americani, e con una marea di antistaminici nella borsetta, proprio io che sono un ghiro, e che con una nuotata in mare ho sempre risolto i miei malanni. Va bene così: nel caleidoscopio della vita e delle esperienze si aggiunge un altro piccolo tassello importante, e la cura di se stessi non va mai trascurata, anche perché il nostro corpo ci parla, comunica con noi e ci racconta a modo suo qualcosa, anche con uno starnuto. :-) 

Il viaggio siamo noi - foto di Elisa Chisana Hoshi
La vita è un viaggio sperimentale - foto di Elisa Chisana Hoshi

viaggi e i progetti a venire per questo autunno sono tanti, solo a pensarci ho l'adrenalina alle stelle...farò dunque del mio meglio per stare benissimo, a partire da adesso. Andrò a trovare i vecchi amici, adotterò ritmi meno serrati, sceglierò oculatamente cosa fare e preparerò una to do list come si deve, una di quelle da seguire davvero. Chiuderò il cerchio. Non vedo l'ora, a dire il vero!

Il viaggio siamo noi - foto di Elisa Chisana Hoshi
Farcela, o lasciare che sia il destino a farla a noi - foto di Elisa Chisana Hoshi

Le foto che trovate in questo post le ho scattate tutte nella magica Comino, a Malta; le frasi sono invece tratte dallo splendido Libro dell'inquietudine di Fernando Pessoa. Un libro che trovo illuminante, che mi accompagna da sempre e che rileggo in età diverse della mia vita, per cavarne nuovi spunti e diverse chiavi di lettura. In questi giorni di cambiamenti, viaggi, nuovi orizzonti e progetti lavorativi, con tutta l'adrenalina e l'ansia a cui ogni cambiamento si accompagna, porterò con me queste frasi come un mantra, come un talismano, come una luce capace di rischiarare dubbi, ansie e aspettative, per regalare sempre nuovi contorni a tutto questo grande, multiforme equilibrio dinamico. E accogliere ogni cambiamento in maniera fluida. Il viaggio siamo noi :-)

Il viaggio siamo noi - foto di Elisa Chisana Hoshi
I viaggi sono i viaggiatori - foto di Elisa Chisana Hoshi

domenica 27 luglio 2014

Rue Cremieux: un angolo segreto di Londra a Parigi!

domenica, luglio 27, 2014 0
Oggi voglio svelarvi uno degli angoli in assoluto più affascinanti, meno attesi e meno conosciuti di Parigi. Si tratta di uno di quei posti un po' segreti, che sulle guide turistiche non troverete mai, e che secondo me non dovreste assolutamente perdervi una volta a Parigi. :-) L'ho scoperto per caso, durante una delle mie passeggiate: camminare a piedi porta sempre molti frutti, dato che Parigi è piena di questi angoli meravigliosi e inediti...si tratta soltanto di capire dove si trovano! 

Siamo nel cuore del 12esimo arrondissement, tra il crocevia di Bastille e l'andirivieni della caotica Gare de Lyon: quella dove arrivano i TGV, proprio lei! Ecco. Proprio da queste parti, troverete una viuzza pedonale dalle facciate coloratissime, coperte di disegni variopinti; una fila sedie allineate davanti agli usci di casa, tra persone che si salutano amichevolmente per nome; quasi come succede in un paesino. Possibile? Sì, eccola!

Parigi, 12esimo arrondissement: Rue Crémieux - foto di Elisa Chisana Hoshi
Parigi, 12esimo arrondissement: Rue Crémieux - foto di Elisa Chisana Hoshi
Rue Crémieux, 12° arrondissement a Parigi - foto di Elisa Chisana Hoshi

Si tratta di rue Crémieux. Quando sono capitata qui per la prima volta quasi non credevo ai miei occhi: c'erano fiori ovunque, un silenzio meraviglioso e un gattone tigrato accoccolato proprio in mezzo alla via, pigro e socievolissimo, con cui ho giocato per un bel po'.

Tra le facciate delle case istoriate con affreschi e piccoli trompe l'oeil, c'era anche una variopinta popolazione parigina di passaggio, una meraviglia. Al 15 di rue Cremieux fa capolino l'insegna di un tranquillo hotel: si chiama L'Hotel Particulier, e particolare lo è di nome e di fatto. Per circa 90 euro a notte, offre camerette dai toni pastello con bagno e cucinotta, frigo e fornelli, ma niente tv, internet né WIFI! Per prenotare si telefona direttamente al +33 6 83 53 12 10.

Bella in rue Crémieux, Parigi - foto di Elisa Chisana Hoshi
Bella in rue Crémieux, Parigi - foto di Elisa Chisana Hoshi
I gatti di rue Crémieux a Parigi - foto di Elisa Chisana Hoshi

L'atmosfera di rue Crémieux - foto di Elisa Chisana Hoshi
Gerani fioriti in rue Crémieux - foto di Elisa Chisana Hoshi

Davvero difficile immaginare che ci troviamo a pochi passi da un super caotica stazione! La via è piuttosto piccola e nascosta, incastonata com'è tra rue d'Austrerlitz e rue de Lyon, ma davvero non potete sbagliarvi: una volta arrivati qui, la riconoscerete subito.

I colori di Rue Cremieux a Parigi - foto di Elisa Chisana Hoshi
I colori di Rue Cremieux a Parigi - foto di Elisa Chisana Hoshi
I colori di Rue Crémieux a Parigi - foto di Elisa Chisana Hoshi

Ho anche pensato di essere capitata in un piccolo angolo di Londra a Parigi, dato che questa strada mi ha ricordato tantissimo Portobello Road, per via dei suoi colori e della sua unica atmosfera, anche se qui non ci sono negozi. Voi che cosa ne dite? Mi hanno anche fatto notare che, in qualche modo, rue Crémieux ricorda anche un altro iconico angolo londinese: il variopinto Neil's Yard, che a dire il vero io non conoscevo. Inutile dirvi che mi è venuta una gran voglia di trovare un volo low cost per Londra per andare subito a controllare di persona! La tentazione di partire, come sempre, è fortissima :-)

Neil's Yard, quant'è bello? Qui nella foto di Missmac via flickr

martedì 8 luglio 2014

@elisachisanahoshi

Follow Me