lunedì 23 giugno 2014

Instax Mini 8: l'Instant Camera più bella (in rosa)

lunedì, giugno 23, 2014 71
Rosa, satinata e analogica: ecco a voi la mia fedelissima compagna di viaggio, l'adorabile Instax Mini 8, ultima nata della serie Instax di Fujifilm. É molto carina, e assomiglia un po' a un pasticcino gigante: arriva in 7 colori pastello assolutamente irresistibili, e la mia ha il rosa dello zucchero filato!

Instax Mini 8 rosa - foto di Elisa Chisana Hoshi
Instax Mini 8 rosa - foto di Elisa Chisana Hoshi

Apparenza vezzosa e corpo tondeggiante, si tratta di una vera e propria instant cam, che scatta foto e le stampa sul momento, un po' come le classiche Polaroid; le foto della Instax però non sono quadrate, ma arrivano in formato carta di credito, 62x46mm. Si scatta e la foto esce dall'alto, si pigmenta in una decina di minuti stando semplicemente all'aria...non c'è bisogno di agitarla e nemmeno di soffiarci sopra. Puff! 

Lo scatto della Instax Mini 8 - foto di Elisa Chisana Hoshi
Lo scatto della Instax Mini 8 - foto di Elisa Chisana Hoshi

La Instax Mini 8 è una toy-cam istantanea pensata per tutti gli amanti dello scatto vintage, si presenta in una veste molto informale e vanta un utilizzo molto semplice e giocoso. Per accederla si preme semplicemente un bottone che fa balzare fuori l'obiettivo dal corpo, e per spegnerla si spinge indietro l'obiettivo. Tutto molto intuitivo, fresco e divertente.

L'obiettivo della Instax Mini 8 rosa - foto di Elisa Chisana Hoshi
L'obiettivo della Instax Mini 8 rosa - foto di Elisa Chisana Hoshi

L'ottica è fissa, non si può zoommare, e l'otturatore è a 1/60 di secondo. L'unica funzione regolabile è l'apertura del diaframma: al momento dell'apertura un sensore rileva la luce ambientale e un led rosso si illumina, consigliando la modalità da impostare tra Indoor (F12,7), Cloudy (F16), Sunny (F22) e Sunny Bright (F32). C'è anche una modalità che si chiama Hi-Key, che accentua la luminosità e azzera le ombre, per rendere più vitali i ritratti: a dire il vero sto ancora cercando di capire come si usa, per ora mi sembra che conferisca alle foto una patina vintage. Attenzione: da evitare come la peste il controluce, che alla macchina proprio non va giù! Ci ho messo pochissimo a capire che per ogni scatto il sole deve essere alle nostre spalle, altrimenti si formerà una macchiolina di colore sulla foto. Detto questo, ogni volta che si scatta con la Instax MIni 8 è davvero una sorpresa.

Scrapbooking & Fun - foto di Elisa Chisana Hoshi
Scrapbooking & Fun - foto di Elisa Chisana Hoshi

Le foto non vengono sempre come le ho immaginate: spesso sbaglio a impostare l'esposizione, e la foto viene tutta bianca...ma il bello in fondo è anche questo. Ogni volta che scatto non so se otterrò qualcosa all'altezza di quel che vedo, ma mi diverto comunque come una pazza a cercare l'angolo e la luce giusti. Che meraviglia quei piccoli minuti di attesa dopo il click, mentre aspetto che la foto si colori, per scoprire come sarà! Del resto, come diceva Oscar Wilde ne l'Importanza di chiamarsi ErnestoQuesta tensione è insopportabile, speriamo che duri :-)

Io & la mia Instax rosa, è amore!
Io & la mia Instax rosa, è amore!

La meravigliosa custodia azzurra con tanti dolcetti che vedete nelle foto seguenti è stata realizzata su misura dalla fantastica Pretty in Mad: irresistibile, vero? :-) La trovate qui.

Rosa, azzurro e cupcake :-) - foto di Elisa Chisana Hoshi
Rosa, azzurro e cupcake :-) - foto di Elisa Chisana Hoshi
Rosa, azzurro e cupcake :-) - foto di Elisa Chisana Hoshi

Come avrete capito, amo moltissimo la mia macchinetta panciuta, e non rinuncio a portarla con me in ogni viaggio: ha già visitato tutta Parigi, il Lago di Como, e presto mi seguirà a Malta. Lo spazio bianco sotto ogni foto è perfetto per annotare il giorno e la data esatta dello scatto: oppure, potete scegliere di incollare un'etichetta colorata e personalizzare ancora di più ogni scatto. 

La Instax Mini 8 a Parigi, j'adore! - foto di Elisa Chisana Hoshi
La Instax Mini 8 a Parigi, j'adore! - foto di Elisa Chisana Hoshi
La Instax Mini 8 a Parigi, j'adore! - foto di Elisa Chisana Hoshi

Quanto costa: la Instax Mini 8 è disponibile da 69 euro in su; le pellicole da dieci scatti costano intorno ai 10 euro, ma spulciando un po' su Ebay le troverete anche a meno. Per chi vuole davvero sbizzarrirsi ci sono perfino le pellicole personalizzate di Hello Kitty e altre icone nipponiche. J'adore!

domenica 8 giugno 2014

Alla scoperta di Malta!

domenica, giugno 08, 2014 0
Mentre scrivo è mattina e il sole batte già fortissimo qui a Malta: è il momento migliore per partire alla scoperta di Malta! Il cielo è di un blu limpido e intenso e il mare è una tavola. É stata una settimana davvero piena, in cui ho lavorato tanto, ma senza rinunciare al piacere di visitare gran parte dell'isola. Mi sono finalmente tuffata nei tanto attesi colori di Malta. Appena arrivata qui c'era un gran vento e il tempo era ancora incerto: da un paio di giorni, invece, è decisamente scoppiata l'estate, e ieri ho fatto il mio primo bagno della stagione, nella stupenda isola di Comino. Un tuffo in un azzurro scintillante, intenso come quello di una piscina. Freddissima l'acqua, ma ne è valsa davvero ampiamente la pena: per impedirmi di tuffarmi, in pratica, avrebbero dovuto legarmi!

Comino, le acque azzurre della Blue Lagoon - foto di Elisa Chisana Hoshi
Comino, le acque azzurre della Blue Lagoon - foto di Elisa Chisana Hoshi

A Malta le belle spiagge non sono tantissime, o comunque, sono diverse da quelle che mi aspettavo. Nulla a che vedere con Comino comunque! La mia preferita è stata Ghain Tuffieha, che ho trovato molto meno frequentata della vicina Golden Bay.

Ghajn Tuffieha, meravigliosa Malta - foto di Elisa Chisana Hoshi

Tra quello che ho visto fino ad ora, la cosa che più mi ha stupito è stata senza dubbio M'dina, la città del silenzio e antica capitale dell'isola: l'ho trovata magica, davvero silenziosa e spirituale. Non vedo l'ora di tornarci al più presto. Ho trovato bellissima anche Gozo, per non parlare di Valletta: una meraviglia assoluta. Oggi ci torno per scattare mille foto e per visitarla più nel dettaglio, non vedo l'ora! Quelle viuzze panoramiche, con i bovindi allineati e un'elegante patina d'antichità. 

Gozo dal Porto - foto di Elisa Chisana Hoshi
Gozo dal Porto - foto di Elisa Chisana Hoshi

Abito a due passi anche da Spinola Bay, uno degli angoli più pittoreschi di St. Julian's, e poco lontano da Paceville, il centro della vita notturna dell'isola, che la sera si anima così tanto da ricordarmi Istanbul, e dalla spiaggia sabbiosa di St. George's Bay.

Spinola Bay a St. Julian's - foto di Elisa Chisana Hsoshi
Spinola Bay a St. Julian's - foto di Elisa Chisana Hsoshi

Vado spesso a Valletta: eccola in uno degli scatti che preferisco, dal traghetto di ieri, dallo Sliema Ferry Point: sicuramente uno dei posti più belli per ammirare la capitale maltese nella sua interezza.

La Valletta, vista dal traghetto - Foto di Elisa Chisana Hoshi

Malta è una delle destinazioni clou in Europa per i soggiorni linguistici e l'apprendimento della lingua inglese: le meraviglie storiche, le spiagge e il sole tutto l'anno vanno da sé, ma ho scoperto che i punti di forza dell'isola sono anche altri. Anzitutto, la vita a Malta non è cara: molti scelgono di venire qui anche per questo, dato che obiettivamente si spende di meno rispetto ad altre destinazioni. Un esempio su tutti: i meravigliosi pastizzi, specialità locale fatta di pasta sfoglia e ricotta, perfetta per la pausa pranzo. Costano meno di 50 centesimi, e sono deliziosi!

I Pastizzi a Malta! Buonissimi e super cheap - foto di Elisa Chisana Hoshi
I Pastizzi a Malta! Buonissimi e super cheap - foto di Elisa Chisana Hoshi

Le lingue nazionali sono due: il maltese e l'inglese. Per chi ha voglia di farlo, qui non mancano le occasioni per fare due chiacchierare con i locali. Come Savior, pescatore di Saint Julian's, occhi turchesi e volto segnato dal mare, che stava ridipingendo la sua barca al chiaro di luna. Con incredibile generosità mi ha raccontato la sua rocambolesca storia, e questo la dice lunga anche sul carattere dei maltesi. Un mix interessantissimo e super ben riuscito tra affabilità mediterranea e concretezza anglosassone, con un senso dell'umorismo contagioso. Molto diversi dai parigini a cui mi sono abituata da un anno a questa parte, ça va sans dire :-)

Tra la tranquilla baia dei pescatori di Spinola Bay a Saint Julian's e Paceville (che si legge proprio come si scrive, anche se di pace ce n'è ben poca!), il rutilante centro della vita notturna maltese. Da qui si può anche saltare su uno dei tanti bus che in una mezz'oretta (o anche meno, dipende dal traffico) portano a Valletta.

Spinola Bay a St. Julian's - foto di Elisa Chisana Hoshi
Spinola Bay a St. Julian's - foto di Elisa Chisana Hoshi

Da non perdere è la visita, con tanto di guida locale, all'antica capitale maltese: la straordinaria M'dina, la città del silenzio. M'dina mi ha stregato, è magico! Da non perdere qui la famosa torta al cioccolato del Fontanella Tea Garden: favolosa! 

La fenomenale torta di cioccolato di Fontanella a M'dina - foto di Elisa Chisana Hoshi
La fenomenale torta di cioccolato di Fontanella a M'dina - foto di Elisa Chisana Hoshi
La splendida vista da M'dina - foto di Elisa Chisana Hoshi

Il piacere più grande, per me, è proprio la mia location perfetta a due passi da Spinola Bay, con tanto di terrazza da cui ammirare ogni sera il tramonto. Sul retro c'è un altro terrazzino, più piccolo, che dà su un lato di St. Julian's del tutto inaspettato e che mi ricorda tanto Istanbul...

La Malta che non ti aspetti - foto di Elisa Chisana Hoshi
La Malta che non ti aspetti - foto di Elisa Chisana Hoshi

@elisachisanahoshi

Follow Me