La bella pescatrice di Üsküdar

I lunghi capelli mossi dal vento, le mani affusolate da pianista e un sorriso silenzioso. Il ponte sullo sfondo, sola in riva al molo di Üsküdar la bella pescatrice districa i fili di una canna da pesca altissima, flessuosa quasi quanto lei. Sembra uscita da un sogno, da una fantasia lontana ed elegante, praticamente un'apparizione...



Commenti

  1. Elisa, in questo periodo il tuo blog, mi da il coraggio di prendere decisioni diverse, che riposavano dentro di me, da alcuni anni...ti ringrazio!
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Catturi la poesia in ogni cosa,
    animali, luoghi, paesaggi, persone.
    Sei come le acque di un lago che tutto riflette.
    E proprio vero Elisa, la bellezza è negli occhi di chi guarda, e tu ci permetti di vedere la bellezza che c'è in te.

    RispondiElimina
  3. Simone...il tuo è un commento bellissimo, ti ringrazio!
    Forse però non sono io che catturo la poesia, è la poesia che cattura me :)

    RispondiElimina

Posta un commento