Due dei miei uomini preferiti

In bianco e nero, e a colori. Due attori straordinari, due tra i migliori esemplari del made in Italy di sempre. Indimenticabili. Marcello Mastroianni e Gian Maria Volonté. Che uomini...




"Un attore fa di tutto per diventare celebre e poi, quando ci riesce, 
si mette un paio di occhiali scuri per non farsi riconoscere." 

Marcello Mastroianni



“Essere un attore è una questione di scelta che si pone innanzitutto a livello esistenziale: o si esprimono le strutture conservatrici della società e ci si accontenta di essere un robot nelle mani del potere, oppure ci si rivolge verso le componenti progressive di questa società per tentare di stabilire un rapporto rivoluzionario fra l’arte e la vita”. 

Gian Maria Volonté

Insieme in Todo Modo ~ 1975, regia di Elio Petri 

Commenti

  1. Il confronto delle citazioni è inglorioso per mastroianni... spero che abbia detto qualcosa di più articolato in vita sua...

    RispondiElimina
  2. Mi piacerebbe averlo conosciuto di persona per poterti rispondere... ;-)

    RispondiElimina
  3. Ho trovato una citazione che fa onore a Marcello! La aggiungo qui:

    “Secondo Proust i paradisi migliori sono i paradisi perduti. é una frase giustamente famosa, io mi permetto di aggiungere che forse esistono paradisi ancora più attraenti dei paradisi perduti,beh sono quelli che non abbiamo mai vissuto, i luoghi e le avventure che intravediamo laggiù non alle nostre spalle o nei paradisi perduti che ci riempiono di nostalgia ma davanti a noi in un futuro che un giorno forse come i sogni che si avverano riusciremmo a raggiungere,a toccare chissà forse il fascino del viaggiare sta in quest’incanto, in questa paradossale nostalgia del futuro, è la forza che ci fa immaginare o illuderci di fare un viaggio e trovare in una stazione sconosciuta qualcosa che potrebbe cambiare la nostra vita. Forse uno smette veramente di essere giovane quando riesce solo a rimpiangere,ad amare soltanto i paradisi perduti.”

    ~ Marcello Mastroianni ~

    RispondiElimina
  4. Io voto per Gian Maria. Ma a Marcello voglio un gran bene, gliene vorrò sempre.

    RispondiElimina

Posta un commento