Mal d'Australia: Broome.

Il Mal d'Australia mi attanaglia. E' da un po' che non mi lascia e sono sua preda come lo sarei di un leone nella savana, o di un pescecane nell'oceano.

Sapevo che prima o poi sarebbe successo...quanto mi manca! E' che l'ho un po' trascurata. Per un sacco di tempo non ho ripensato alle mie avventure nei suoi meravigliosi spazi, ai colori e alla libertà che mi ha regalato. A quel senso di felicità semplice e completa, agli animali in libertà, alla natura più bella che esista al mondo. E allora ho deciso di ripercorrerla un po', partendo da Broome, su al nord ovest, nel Kimberly, da un tramonto con barca a vela - sembrava uscita da un sogno - che abbracciava tutti i toni dell'arancione, nella splendida cornice di Cable Beach.


A fine tramonto, nella luce che diventa all'improvviso crepuscolo, un pescatore, gabbiani, un aquilone...


Broome è una città molto particolare, molto selvaggia e con colori simili a quelli dell'Africa, tutta baobab e terra rossa, e un vento che porta via. Le sue atmosfere mi sono irrimediabilmente entrate nel cuore.

Commenti

  1. bellissime foto, sembrano quadri!

    RispondiElimina
  2. Grazie...Il posto era davvero di una bellezza irreale...Sto per mandarti le foto da Rottnest Island. You'll love it!

    RispondiElimina

Posta un commento