Il Carnevale di Nizza!

/
2 Comments

Il Carnevale è una festa con origini antichissime, se ne trova traccia nelle Dionisiache greche, con il travestimento, l’uso delle maschere apotropaiche e l’estasi derivante dai piaceri orgiastici e dal vino. O ancora, nei Saturnali romani, un rovesciamento della società, con i suoi modi e le sue regole, sulla scia del famoso detto Semel in anno licet insanire, una volta all’anno si può perdere la testa. Lo scopo del Carnevale, presente in tutti i paesi di tradizione cristiana e cattolica, è rovesciare i ruoli, scompaginare l’ordine costituito: il servo, per un giorno, diventa il padrone; il re, un pezzente; lo stupido, un saggio; il pazzo, un savio. Questo cambiamento favorisce una simbolica rinascita, che coincide con l’arrivo della primavera e precede, nel mondo cattolico, la Pasqua. Non per nulla il termine “Carnevale” deriva dal latino carnem levare, cioè far fuori tutta la carne – nel martedì grasso – prima del periodo di Quaresima. Anche se, a dirla tutta, l’altra pista etimologica lo farebbe derivare da carrus navalis, ovvero, le barche con cui il Dioniso raggiungeva le isolette greche.


Tutto questo di cela dietro al Carnevale e i suoi travestimenti. Una festa intessuta di storia, costume e tradizione che, ai giorni nostri, grazie all’entusiasmo di chi ancora vi si dedica, sopravvive e si rinnova sempre. Avete mai assistito al Carnevale di Nizza? Nato nel 1294, per decreto di Carlo d’Angiò, è uno dei più famosi al mondo, arricchito com’è dall’elemento floreale, tipico della Costa Azzurra.


In questo 2011, il Carnevale di Nizza è dedicato al Mediterraneo: ospite d’onore l’Italia, che festeggia i 150 anni dell’Unità. La nostra amica Denise vi ha partecipato ed è tornata carica di entusiasmo e di fotografie! Ci siamo fatti raccontare tutto...


Denise, ci racconti un po’ di questo tuo Carnevale di Nizza 2011?
Certo. Il carnevale mi ha affascinata sin da piccola, con le sue maschere e costumi, i coriandoli, i palloncini, i carri, le tipiche bugie (o chiacchiere, a seconda della regione), e quest’anno è stata la volta del rinomato carnevale nizzardo con la sua tipica battaglia dei fiori. L’ho regalato per san Valentino al mio fidanzato con un pacco di coriandoli, dopo aver acquistato i biglietti su www.nicecarnaval.com e un bel pacchetto-vacanza a Nizza! 

Pernottamento al Citadines Apart ‘Hotel (http://www2.citadines.com) per 2 persone (asciugacapelli, tv, cucinetta, sala da bagno con vasca) colazione (servita in camera e generosissima), 2 biglietti in tribuna per il Corso Carnevalesco (la sfilata dei carri). Bellissimo!



Scartato il regalo siamo partiti per la Costa Azzurra! Per raggiungre la nostra meta, da torino, abbiamo scelto il percorso panoramico del Col di tenda, direzione Cuneo, Limone Piemonte, Mentone, Nizza. Paesaggi magnifici sotto un sole splendente, ancora celati da un candido manto nevoso. Appena arrivati, ci siamo subito tuffati tra la folla e tra i carri allestiti a festa! Però peccato aver preso i biglietti solo per la sfilata di domani, così euforici abbiamo preso 2 biglietti per l'imminente battaglia dei fiori, 10€ a testa ben spesi. Dietro alla zona transennata ci aspettavano carri allegorici, palloni volanti simil-mongolfiere guidati da buffi personaggi, gruppi di suonatori e musicisti, ballerine e majorettes provenienti da tutto il mondo. 



Il tema di quest'anno è “il Re del Mediterraneo”, e l'Italia è l’ospite d’onore in occasione del 150° anniversario dell'Unità. Garibaldi, Mazzini e Cavour con i mille, Fellini e la Docle vita... Ecco Pinocchio (con il naso che cresce davvero) e Ciocciolina (con bocce rotanti!) su una vespa per distribuire le pizze... Mitico!

E i fiori?
Sono l’elemento tipico del carnevale nizzardo! I carri sono arricchiti di bellissimi fiori della costa con su delle splendide fanciulle in maschera che mandano baci e lanciano mimose alle signore e ragazze che sgomitano nella folla per acciuffarli. Alle ore 14.30, con rulli di tamburi da far saltare il cuore, la sfilata ha inizio. Per un'ora lo speaker presenta i carri e i gruppi (da tutto il mondo!) intrattenendo la folla in visibilio. Beh, ci sono 16°C, che per il 19 di febbraio non è male! Peccato per i 10 gradi in meno (con pioggia a scroscio...) del giorno dopo, ma questa è un'altra storia....


I costumi?
Bellissimi, colorati, elaborati e pieni di nastri e ghirlande, realizzati nei materiali più inverosimili.



Una curiosità?
La sfilata notturna! I carri, stavolta, erano tutti illuminati e la cosa curiosa è che al posto delle belle fanciulle c'erano tanti bambini: chi un pò assonnato, chi proprio addormentato e chi invece ancora carico! A dire il vero, io forse avrei invertito il personale di bordo, al pomeriggio avrei dato spazio ai bimbi, mentre la sera ad un popolo un pò più cresciutello.



Sino a notte fonda rincorriamo i carri scattando foto all'impazzata nella speranza che ogni singolo shot riesca bene! Poi a nanna, pronti l'indomani con il suo ultimo tour de force...e la sua pioggia gelida.



PER INFO E BIGLIETTI:
Sul sito ufficiale del Carnevale www.nicecarnaval.com troverete tutte le info e i prezzi. Potete prenotare, e partire stasera stessa!

DOVE DORMIRE:
L’Apart’Hotel di Nizza, ci siamo informati, per questo weekand è tutto esaurito. Ma potete trovare altri fantastici hotel nel sempre attendibile Tripadvisor, oppure, sul sito dell’Ufficio del Turismo di Nizza.

COME ARRIVARE:
Nizza ha il suo bravo aeroporto, servito da compagnie low cost e voli di linea. Se arrivate in macchina, fate tappa a Ventimiglia, subito prima del cofine: salite alla città vecchia, per un viaggio nello spazio-tempo istantaneo!


2 commenti:

  1. Fantastique!
    Grazie per avermi concesso lo spazio pubblicitario!
    Denise

    RispondiElimina