Amour Fou

Aubrey Beardsley

Sono in quell'ora dove
tremenda è la voglia di te

Vieni

travestito da te stesso
o con stivali e mantello di un altro
sotto qualunque maschera ti riconoscerò,
perché ti riconosco sempre,
anche con gli occhi chiusi
anche quando dormo

e allora visitami, trovami,
anche se solo in sogno.


E' tardi forse
ma tu vieni, ti prego,
a qualsiasi ora,
o condizione,
con qualsiasi scusa, o nessuna

Vieni per sbaglio,
vieni perché non vuoi venire
(vieni per dirmelo)
vieni con le mani
lorde del sangue di un altro
e io te le laverò,
senza paura e senza una domanda.

Vieni,

e poi, vattene.

ECH

Commenti